Proposta per una classificazione dei dati sperimentali in sismologia

L. MARCELLI, G. PANNOCCHIA

Abstract


T Centri Internazionali clic elaborano i d a t i di t u t ti
gli Osservatori sismologici allo scopo di determinare i p a r a m e t r i fondamentali
dogli eventi sismici, forniscono generalmente questi p a r a m e t r i con i
corrispondenti errori calcolati.
Nel presente lavoro, dopo alcuni rilievi di c a r a t t e r e generale, è s t a ta
messa in evidenza l ' o p p o r t u n i t à di dare un aspetto significativo alle conseguenze
che hanno gli inevitabili errori dovuti al rilevamento sperimentale
dei dati di osservazione.
In particolare è s t a t a r i c h i a m a t a l'attenzione:
I) sul f a t t o elio l ' i n t e r p r e t a z i o n e d i r e t t a di un sismogramma non
fornisce una distanza A sufficientemente precisa;
I I ) sull'importanza che hanno gli errori + STI corrispondenti ai
tempi origine e le conseguenze che ne derivano, specialmente per valori
elevali di | SH |;
I I I ) sul significato e l ' i m p o r t a n z a che hanno gli errori corrispondenti
alle coordinate epicentrali ed alla p r o f o n d i t à ipocentrale;
IV) sul significato e l ' i m p o r t a n z a clic hanno i residui ( 0 — ( ' ) =
(tempi osservati — tempi calcolati) relativi ai iP di ciascuna stazione (lP =
tempi di t r a g i t t o delle onde longitudinali).
Tenendo presenti questi punti viene proposta una classificazione di
c a r a t t e r e analitico e di uso pratico (Fig. 2) in 4 classi

Full Text:

PDF

References


DOI: https://doi.org/10.4401/ag-4934
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok


Published by INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - ISSN: 2037-416X