I pionieri italiaNi della geofisiCa

P. CALOI

Abstract


Vengono rapidamente passati in rassenga, seguendo
l'ordine cronologico, gli studiosi di geofisica — intesa in senso lato — clie,
a partire dalla seconda meta del Settecento, ebbero ad interessarsi in Italia
di elettricita atmosferica, magnetismo terrestre, idrografla, oceanografia fisica,
sismologia e vulcanologia, con intenti pionieristici. Sono ricordati i principali
risultati raggiunti da una trentina di ricercatori fra i quali spiccano, per la
vastita del lavoro compiuto e per la novita dei risultati, Leopoldo Nobili e Macedonio
Melloni. Ma, ciascuno nei suo campo, scoperte di rilievo fecero pure
G. B. Beccaria, Luigi Palmieri, Carlo Matteucci, Timoteo Bertelli, Luigi De
Marcbi, Carlo Somigliana, Emilio Oddone, Alfonso Sella e Domenico Pacini.
Alcuni vantano priorita di rilievo: scoperta della doppia oscillazione diurna
del barometro (Chiminello, 1780); unicita sorgiva delle varie radiazioni dello
spettro (M. Melloni); sismografo elettromagnetico a registrazione continua
(Palmieri, 1855); microsismi (Bertelli, 1872); il paleomagnetismo (Oddone e
Sella, 1891); la radiazione cosmica (Pacini, 1910); . ..

Full Text:

PDF

References


DOI: https://doi.org/10.4401/ag-5205
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok


Published by INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - ISSN: 2037-416X