SULLE MANIFESTAZIONI FUMAROLICHE, SOLFATARICHE ED IDROTERMALI NEL NW DELLA REPUBBLICA ARGENTINA E LORO POSSIBILITÀ DI UTILIZZAZIONE INDUSTRIALE

GIORGIO BARTOLUCCI

Abstract


Nei mesi di aprile e maggio del corrente anno lo scrivente ha
avuto occasione di visitare varie aree con manifestazioni fumaroliche
ed idrotermali nel N -W del territorio della Repubblica Argentina.
Scopo delle visite era quello di giudicare le eventuali possibilità
di sfruttamento dell'eccezionale stato termico (rilevato dalle manifestazioni
superficiali) del sottosuolo delle aree in cui le manifestazioni
stesse ricadono; sfruttamento realizzabile emungendo dalle profondità
i fluidi endogeni caldi, che alimentano le manifestazioni superficiali in
quantità ed in condizioni termiche tali da poterli utilizzare per produzione
economica di energia elettrica.
Come noto, tale tipo di sfruttamento è da decenni in atto nella
cosidetta Regione Boracifera Toscana, ove si emunge dal sottosuolo
vapore acqueo surriscaldato con associate piccole quantità di gas vari
e di sali, ed è in fase di realizzazione ad Ischia e a Wairakei (Nuova
Zelanda), ove si emunge dal sottosuolo acqua calda con disciolte piccole
quantità di gas e sali. Anche nel Katanga (Congo Belga) è stato
realizzato in questi ultimi anni un impianto che, utilizzando una sorgente
di acqua calda a circa 98 °C, fornisce energia elettrica ad una
miniera vicina

Full Text:

PDF

References


DOI: https://doi.org/10.4401/ag-5592
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok


Published by INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - ISSN: 2037-416X