Sulla tossicità di alcuni propellenti per missili

G. LALLI

Abstract


In missilistica trovano impiego propellenti ed ossidanti
dotati di notevole tossicità. Tra i primi si ricorda l'ammoniaca, l'anilina,
gli alcooli (etilico, metilico, forfurilico), lo J p 4, i borani, i derivati metilati
dell'idrazina. Tra i secondi il perossido di idrogeno, l'ossigeno liquido,
l'acido nitroso nitrico fumante ecc.
I principali aspetti tossicologici ed igienico-sanitari derivati dall'impiego
di molte di tali sostanze, alcune delle quali trovano estese applicazioni nelindustria,
sono ormai sufficientemente chiariti dall'ampia letteratura in argomento.
Par tale motivo l'A. circoscrive la propria esposizione ai borani
ed ai derivati metilati dell'idrazina-, dal cui impiego, praticamente confinato
al settore missilistico, possono derivare all'organismo danni meno largamente
conosciuti, e, sotto certi aspetti, t u t t o r a abbisognevoli di ulteriori chiarimenti.
Per tali sostanze vengono riferite le principali caratteristiche fìsiche e
chimiche, le vie (li penetrazione nell'organismo, i dati relativi alla loro tossicità
acuta, sub-acuta e cronica, con particolare riguardo alle concerntrazioni
al limite di tossicità, la sintomatologia dell'intossicazione e, per concludere,
le principali norme preventive.

Full Text:

PDF

References


DOI: https://doi.org/10.4401/ag-5237
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok


Published by INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - ISSN: 2037-416X